Mario Calderini

Mario Calderini ospite del podcast di Oltre Venture: “se preserviamo l’integrità del concetto di finanza a impatto possiamo sfruttarne a fondo la potenza trasformativa”.

Mario Calderini, professore del Politecnico di Milano e direttore di Tiresia, è autore dell’ultimo Tiresia Impact Outlook 2019, la fonte più importante di approfondimento per chi opera nell’impact investing in Italia. Secondo i dati dell’ultima ricerca annuale, nel 2018-2019 il settore della finanza a impatto nel nostro Paese ha raggiunto un volume totale di 8 miliardi di euro, di cui 2 miliardi di euro in forma di asset gestiti da operatori di equity.

La cosa più importante – dichiara il professor Calderini ai microfoni del nostro podcast dedicato al futuro dell’impact investing – è dare i nomi giusti alle cose giuste. Dobbiamo preservare l’integrità del concetto di finanza a impatto, non solo per una questione metodologica: l’obiettivo è quello di preservare la potenza trasformativa dell’impact investing, vale a dire la capacità di innescare trasformazioni virtuose attraverso l’ideazione e lo sviluppo di modelli imprenditoriali innovativi”.

È possibile, oggi, misurare attraverso modelli condivisi e standardizzati l’impatto generato dagli investitori a impatto sociale? Perché l’addizionalità di una “soluzione” di mercato riveste un ruolo determinante, al pari se non maggiore rispetto alla misurabilità e intenzionalità del suo “impatto”? Ne parliamo con Mario Calderini, nel podcast ascoltabile e scaricabile dai nostri canali Spreaker, Spotify e Apple Podcasts.

Ascolta l’intervista o scaricala sul tuo smartphone:

 

Ascolta il nostro podcast anche su Spotify e Apple Podcasts!

Articoli Correlati