back

Sfera Società Agricola S.r.l.

Agricoltura innovativa

La riduzione dei suoli agricoli a causa del cambiamento climatico e dell’agricoltura intensiva, ed il contemporaneo aumento dei consumi di prodotti ortofrutticoli richiede soluzioni immediate per supportare la domanda senza danneggiare biodiversità ed ecosistemi.

 

L’obiettivo di Sfera S.r.l. è di rispondere a queste sfide ambientali e di mercato attraverso la costruzione di serre di grandi dimensioni altamente tecnologiche per la produzione e la commercializzazione di ortaggi coltivati con metodi idroponici. La coltivazione idroponica permette di ottenere numerosi vantaggi rispetto ai metodi tradizionali: i) produttività 10 volte maggiore ii) consumo idrico drasticamente inferiore iii) qualità organolettica più elevata iv) produzione costante ed affidabile durante tutto l’anno, v) utilizzo di suolo non conveniente per altre coltivazioni.

 

In altri paesi, europei e occidentali, queste tecnologie sono utilizzate già da molti anni e stanno conoscendo un forte sviluppo. Questo sviluppo influenza anche la produzione italiana in quanto noi importiamo una importante quantità di prodotti orticoli proprio da questi paesi: in particolare Olanda e Spagna.

 

Nel nostro paese esistono ancora remore culturali, a volte  giustificate, all’introduzione in agricoltura di nuove tecnologie su larga scala, che richiedono oltretutto anche grossi investimenti di capitali e una gestione manageriale di tutto il processo.

 

Noi pensiamo che i nuovi modelli di produzione se ben gestiti, possano portare benefici per tutti gli attori della filiera e anche per i consumatori; e possano contribuire a ridurre lo sfruttamento della manodopera non specializzata, fenomeno questo molto presente nel settore agricolo.

 

Abbiamo creduto nel progetto di Luigi Galimberti, fondatore di Sfera, dando un primo supporto tramite un seed capital per effettuare lo studio di fattibilità necessario ad ottenere tutte le informazioni per la fase preliminare del progetto.

 

Abbiamo deciso, in seguito, di credere nel progetto fino in fondo e di fare un passo avanti per trasformarlo in realtà, guidando e concludendo con successo un nuovo round di investimenti, che ha visto una raccolta di equity per un totale di 7 milioni, e di debito pari a 11 milioni.

 

Realizzeremo una serra di 12 ettari, a Gavorrano (Grosseto), per un valore complessivo di 18 milioni, grazie all’intervento di altri importanti investitori italiani che credono, come noi, nell’importanza di innovare il settore agricolo per rispondere alle sfide future.

 

Questa serra si pone come primo “prototipo”, in un progetto ambizioso di costruzione di numerose serre di grandi dimensioni in diversi territori, in modo tale da realizzare una vera rivoluzione agritech, che genera impatto positivo a più livelli:

Di sistema, introducendo processi produttivi complessi e di grandi dimensioni finalizzati a portare innovazioni di processo e di prodotto in un settore dominato da modelli produttivi e commerciali molto datati

Ambientale, grazie ai ridotti consumi idrici ed energetici, a cui si aggiunge l’aumento di produttività legato allo sfruttamento di suoli non convenienti ad altre coltivazioni

Occupazionale, grazie alla creazione di posti di lavoro nelle aree dove vengono realizzate le serre

Per il consumatore, il quale avrà a disposizione un prodotto di qualità organolettica superiore

 

Per maggiori informazioni riguardanti la coltura idroponica ed il mercato che ne deriva vi invitiamo a guardare il servizio realizzato da Super Quark.

INVESTIMENTO
2M
Shares
24,9%
Impatto sociale
Miglioramento della food supply chain. Favorire il consumo di ortaggi di qualità a prezzi accessibili Riduzione drastica del consumo di acqua, a parità di produttività Utilizzo di suolo poco conveniente Coinvolgimenti di giovani laureati
Tipologia
Start-up
Management Team
Luigi Galimberti, Amministratore Delegato
Sede
Grosseto